Giancarlo Magalli vs Adriana Volpe, è ancora scontro: lui insinua sui social, lei fa la vittima

(pubblicato precedentemente su Leonardo.it)

Non accenna a placarsi la polemica tra Adriana Volpe e Giancarlo Magalli che dalla tv si è spostata in modo massiccio sui social con un botta e risposta continuo. Dopo il “rompipalle” pronunciato da Magalli in diretta nei confronti della Volpe, rea di aver svelato la sua età con l’intenzione -secondo il conduttore- di voler sottolinearne la vecchiaia e, quindi, l’età pensionabile. Una risposta ad un post su Facebook da parte di un giornalista che lo chiamava in causa, ha peggiorato le cose. Ma andiamo con ordine.

Magalli vs Volpe: “Le donne forse si sentirebbero più insultate se sapessero come fa a lavorare da 20 anni…”

Il giornalista Walter Giannò sul suo profilo, critica, menzionandolo, il comportamento di Magalli in diretta tv nei confronti della co-conduttrice de “I Fatti Vostri”: “Giancarlo Magalli che se la prende con Adriana Volpe solo perché questa ha ricordato in TV l’età è da pensione immediata. Gli insulti in diretta sono stati vergognosi. Eppure la RAI – tanto celere a buttare fuori Paola Perego- non ha mosso un dito contro il conduttore dei Fatti Vostri.”.

Immediata la replica del conduttore

Insulti vergognosi? Ma hai visto quello che è successo o parli solo per sentito dire? Le ho solo detto che è una rompipalle, e quello è un fatto, non un insulto. Poi lei, e forse questo ti ha coinvolto, ha cercato di farlo passare come un insulto alle donne, ma io ce l’avevo solo con lei, non con le donne che ho sempre rispettato e che forse si sentirebbero più insultate se sapessero come fa a lavorare da 20 anni…”.

L’ultima frase non è certo passata inosservata: ripresa dal sito Dagospia e rilanciata su tutti i siti web, adesso il popolo della rete si interroga: cosa avrà mai voluto dire con quella frase il ‘Presidente della Repubblica’ eletto dal web? Cosa insinua?

https://www.facebook.com/plugins/comment_embed.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fwalter.gianno%2Fposts%2F10213006334619601%3Fcomment_id%3D10213012883743325&include_parent=false

Inutile dire che Adriana Volpe ha subito colto la palla al balzo replicando su Facebook Continua a leggere

Annunci

La caduta di Silvio – #Berlusconi inciampa e cade dal palco (VIDEO)

(ANSA) – Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, è inciampato e caduto al termine di un comizio elettorale che ha tenuto al Teatro della Gioventù di Genova a sostegno del candidato alla presidenza della Regione Liguria, Giovanni Toti. Berlusconi è stato subito aiutato da personale della sicurezza e simpatizzanti di Fi. Poi ha preso il predellino che ha causato la caduta e ha detto: questa è la sinistra”. Poi è uscito dal Teatro senza problemi.

Schermata 2015-05-09 alle 13.19.18

Malore Lilli Gruber: Otto e Mezzo sospeso, al suo posto Mentana con “Faccia a faccia”. Antonello Piroso aveva previsto tutto?

Il malore di Lilli Gruber di lunedì scorso, poco prima di andare in onda, è diventato un vero e proprio caso. In questo articolo vi abbiamo ampiamente spiegato quali potrebbero essere le cause del forfait della rossa di “Otto e mezzo” e che quest’ultime non sarebbero propriamente riconducibili solamente a motivi di salute. Anzi, le voci -tra l’altro sempre più insistenti- sulla questione (riportate oggi anche da Panorama e dal Foglio da “un uccellino beninformato“), raccontano un’altra verità: la Gruber non avrebbe gradito i temi trattati nella striscia quotidiana di Giovanni Floris, “diaciannoveEquaranta”, perché troppo simili a quelli che avrebbe dovuto trattare a Otto e Mezzo appena 50 minuti dopo. A causa quindi dell’invadenza del nuovo arrivato, Lilli avrebbe dato il benservito alla rete di Urbano Cairo mandando in tilt la programmazione del palinsesto.

E così, dopo la partenza in anticipo di Piazzapulita lunedì e la replica di una puntata di Otto e Mezzo, martedì, La7 ha scelto di “metterci una pezza” e far fronte al vuoto di palinsesto, affidando tutto nelle mani dell’instancabile Enrico Mentana. Da questa sera e fino a data da destinarsi, infatti, andrà in onda Faccia a Faccia, una nuova versione del programma già condotta dallo stesso direttore del Tg La7 e andata in onda l’anno scorso (#FreeMentana).

Il repentino “cambio di programma” della rete fa quindi presagire che l’assenza della Gruber non sarà temporanea così come è stato più volte annunciato. E, a proposito di presagi, ci aveva visto bene -anzi benissimo- su questa vicenda Antonello Piroso che La7 la conosce molto bene.

Cosa c’entra Piroso in tutta questa storia? Il giornalista, ex direttore del TgLa7, solamente due mesi fa su Twitter scriveva:

#Floris a #la7: #lilliGruberStaiSerena (questo tweet lo capirete più avanti) #BeppeCaschetto #Coschetta

e ancora, rivelando i retroscena sull’approdo della Gruber nella settima rete generalista: “Ps #lilliGruber non arrivò a #la7 per opera #SpititoSanto o per meriti ma perché #FrancoBernabè, a.d. #Telecom, è il suo testimone di nozze”.

Piroso, quindi, in 140 caratteri, avrebbe già risposto il 3 di Luglio a tutti i nostri dubbi sulla questione di oggi: in pratica a La7 ci sarebbe una certa “coschetta” che se la comanda la quale potrebbe aver tramato alle spalle dell’ex mezzobusto del Tg1.

Se davvero di malore non si tratta (bisogna comunque ribadire che quanto scritto fino adesso sono solo supposizioni) Cairo dovrà trovare una soluzione all’annosa questione, perché diciamoci la verità: lasciarsi sfuggire Lilli Gruber (che è sempre più corteggiata da Rai 3) e il suo zoccolo duro di spettatori per un risicato 2% di share, non sarebbe proprio un grande affare.

#RIPRobinWilliams. Quando Facebook diventa Necrobook

IMG_0044.JPG

Ogni volta che muore un Vip Facebook si trasforma in Necrobook. Pianti virtuali, frasi ad effetto, gente che scopre dell’esistenza di quella persona solo nel momento della sua dipartita da questa terra e ne piange la morte manco fosse un fratello o una sorella. Per non parlare poi della frase predefinita: “…adesso insegna agli angeli a…“.

Martedì é morto suicida l’attore Robin Wiliams, una morte che ha colpito in molti. Sono stato tra i primi a condividere un video sul mio profilo per ricordarlo, solitamente non lo faccio mai -al massimo sulla morte dei vip ci scommetto con i miei amici: un modo per esorcizzare- e sono dell’idea che ognuno si piange i morti che vuole anche se farlo su FB la trovo davvero un’assurdità specie se non si tratta di gente famosa ma di parenti o amici (su quello ci sarebbe da scrivere un post a parte) ma essendo Williams uno dei miei attori preferiti ho voluto ricordarlo.

Dunque ora, io capisco il ricordo a Robin Williams, le foto e tutto. Ma sono passati anche tre giorni e il mio news feed di Facebook é pieno di necrologi. Che dite se la finiamo un po’ di postare sta roba? O dovete tenere il tradizionale lutto dei nove giorni?
Vi chiedo anche: ma quando morirà Jessica Rizzo o Rocco Siffredi che foto o video pubblicherete? Quali citazioni alte?

Quello si che sarà per voi cultori del lutto da Social network un bel problema. Per non parlare della foto con frase “adesso insegna agli angeli a…”. É risaputo che gli angeli sono asessuati.

Il corpo della Bachiddu #europee2014

Tutta la mia solidarietà a Lorella Zanardo, candidata nella Lista Tsipras, che si è ritrovata come responsabile della comunicazione del suo partito Paola Bachiddu, divenuta popolare per la famosa foto postata su FB col culo di fuori.

10269484_10203603736602461_1206220627799544261_n

La Zanardo capite? Quella che per anni ci ha Continua a leggere

How I Met Your Mother, Italia Uno censura la battuta su Silvio Berlusconi [VIDEO]

In questi giorni Italia uno sta mandando in onda gli episodi inediti dell’ottava stagione di How I Met Mother (conosciuta anche come “E alla fine arriva mamma”), comedy americana ambientata a New York dove protagonista è Ted, giovane trentenne alla ricerca dell’anima gemella con cui metter su famiglia ei suoi amici Marshall, Lily, Robin e Barney Stinson.

Nella puntata mandata in onda oggi pomeriggio dal titolo “Qualcosa di vecchio” gli appassionati della serie avranno sicuramente notato una piccola ma significativa censura. Nell’episodio originale trasmesso dal network americano CBS a Maggio scorso, Marshall e Lily, in procinto di trasferirsi in Italia, stanno discutendo se portare con loro un vecchio pouf rosso a cui sono legati da tanti ricordi. Ted consiglia alla coppia di portarlo con loro ma Marshall, convinto dell’inutilità dell’oggetto risponde:

Ted, l’Italia non ha bisogno di qualcosa di grinzoso, rosso ed incapace a contenersi, che puzza di alcol e droghe varie. Hanno già l’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

La battuta, -piuttosto pesante e che ci fa capire come viene percepita l’immagine del nostro paese all’estero, ancora oggi nonostante il Cavaliere non sia più al Governo da oltre due anni- nella versione doppiata in italiano andata in onda su Italia Uno, viene trasformata in un più generico:

L’Italia ha già abbastanza problemi con chi governa il paese

Snaturando di fatto l’essenza ironica della battuta, Mediaset ha deciso di modificare i dialoghi originali per evitare problemi di qualsivoglia tipo all’interno dell’azienda pensando magari che i telespettatori potessero non accorgersene, cosa praticamente impossibile nell’era dello streaming. Non sono mancate, difatti, tutta una serie di lamentele e critiche via Twitter che però lasciano il tempo che trovano: sorprendente, infatti, come i fan della serie si aspettassero che una rete come Italia Uno doppiasse e poi trasmettesse degli insulti rivolti al proprio editore.

#LaFraseDellaSettimana – “Le donne del #PD sanno fare solo i p…..” [VIDEO]

Schermata 2014-02-02 alle 00.12.47La frase che non ti aspetti da una donna, parlamentare Pd passata nel giro di tre giorni da Bersaniana, Cuperliana a Renziana.

In diretta tv, durante Otto e Mezzo di Lilly Gruber, Alessandra Moretti ha ripetuto le offese ricevute da alcuni parlamentari del M5S, sdoganando -di fatto- la parola “p0mpin0” in tv che, a mia memoria, non avevo mai sentito.

E’ iniziato un nuovo corso linguistico in Tv e lì, i p0mpini, li sanno fare davvero tutti…”.

Ecco il video: Continua a leggere